28 maggio 2017
Aggiornato 20:00
l'app che ti offre da bere

Pubster, l'app che aumenta i tuoi clienti (e li rende più felici)

Con Pubster è il locale a regalarti un premio in base a quante volte torni in quel locale. In questo modo si crea un rapporto di fiducia e si incrementa la soddisfazione reciproca sia del cliente che del gestore

ROMA - Obiettivo? Che clienti e gestori dei locali siano felici. A sentir parlare Andrea Pastina, CEO di Pubster, percepisco una grande soddisfazione per ciò che lui e il suo team sono riusciti a creare anche se, ammette lui, «ci abbiamo messo 2 anni per capire quale era il prodotto che più poteva essere funzionale per il mercato». E, così, seduti nell’incantevole giardino dell’acceleratore Luiss Enlabs a Roma, mi racconta la storia di Pubster, «la prima app che ti offre da bere».

«Niente a che fare con cose tipo Groupon - mi dice Andrea -. Con la nostra app è il gestore del locale ad offrirti un premio se ritorni più volte nel suo locale, un dettaglio che fa la differenza e che per noi è molto importante. In un mercato dove tutti tendono a screditarsi, noi vogliamo, invece, unire le persone e creare dei rapporti di fiducia». Sì, ma come funziona perché non capisco chi guadagna cosa in tutto questo. «I clienti sono più felici perché possono ricevere una consumazione gratuita in un locale che hanno scelto e, dati alla mano, i gestori dei locali hanno incrementato i loro clienti di circa il 50% grazie a Pubster». Nella pratica? Devi scaricare l’app, andare nei locali della rete Pubster, trovare l’adesivo QRcode e inquadrarlo con l’app, guadagnando le monete che ti spettano. E lo farai ogni volta che entri in quel locale, incrementando sempre le monete fino al raggiungimento di un tetto che ti permetterà di consumare un drink gratis o molto altro. «Un gestore ‘pazzo’ ha persino messo in palio un viaggio dopo che il cliente è tornato per ben quaranta volte nel locale».

(© Credits photo courtesy of Pubster)

Insomma, a guardare il volto sorridente di Andrea quasi non ci credo che lui e il suo team (Elisa Ruscino, Umberto Mezzadra, Matteo Consalvo) sono riusciti a fare soldi con questo progetto. Eppure è così: i clienti sono più soddisfatti e i gestori altrettanto, tutto gira intorno a un rapporto di fidelizzazione e circa l'80% dei locali ogni anno rinnova il suo rapporto con Pubster. Pubster esiste in oltre 200 locali in tutta Italia e anche all’estero (Romania): «Ci stiamo espandendo in Norvegia e Svezia, attualmente». E allora, spinta da quella sicurezza che mi trasmette Andrea, gli porgo l’ultima domanda, quella più personale: qual è il segreto per un business di successo? «Creare il miglior prodotto che i tuoi utenti possano desiderare - mi dice -. Quindi un prodotto che vada bene agli altri prima che a te».