28 maggio 2017
Aggiornato 20:00
Videogames

Negli USA il primo scavo di archelogia informatica. Dissotterrate migliaia di cartucce Atari

Nell’agosto del 1983 l'azienda, in seguito alla crisi dei videogiochi in quell’anno, si trovò con così tanti videogiochi invenduti, resi dai negozi, da recarsi in una discarica nel deserto del New Mexico durante la notte e seppellirli. Per decenni è stata considerata una leggenda metropolitana, ora è diventata storia

WASHINGTON - Una troupe di documentaristi guidata dal regista Zak Penn, al lavoro su un documentario sullo storico marchio dei videogiochi Atari, ha dato il via agli scavi (finanziati dalla Microsoft e da Fuel Entertainment) nel deserto del New Mexico. Obiettivo dissotterrare le cartucce, che nell’agosto del 1983 l'azienda, in seguito alla crisi dei videogiochi di quell’anno preferì sotterrare sotto le sabbie del New Mexico.

MILIONI DI COPIE STAMPATE - L'Atari si trovò infatti sommersa di centinaia di migliaia di resi dai negozi, soprattutto del famigerato E.T., da molti considerato il videogames più brutto di sempre. Andò male anche la vendita di Pac Man. Nel 1983 furono prodotte cartucce in quantità assurde (5 milioni per Pac Man e 12 per E.T. ), mentre di console Atari 2600 ne erano state vendute 10 milioni di unità.

ALTRO CHE LEGGENDA METROPOLITANA - Durante lo scavo sono emerse decine di cartucce, alcune in buono stato, molte praticamente distrutte. L’area, in cui scavare è stato indicato da alcuni ex impiegati Atari che all’epoca parteciparono alla sepoltura e da tre quarantenni, all’epoca teenager, testimoni dell’evento. In qualche ora sono stati riempiti diversi sacchi di materiale. Per anni la sepoltura delle cartucce Atari venne creduta da molti una leggenda metropolitana, fra cui lo stesso programmatore di E.T. Howard Scott Warshaw, una leggenda metropolitana. Per non creare sfiducia nel mondo della finanza sulle sorti della compagnia, sul momento l’Atari sostenne di aver buttato solo copie difettose, quindi limitò di molto la quantità e la varietà. Negli scavi invece sono stati ritrovati anche Baseball, Centipede, Yars’ revenge e I predatori dell’arca perduta.