30 maggio 2017
Aggiornato 00:30
food innovation

«Nutrizione sana per tutti i popoli»: nasce l'accordo tra Seeds&Chips e EAT Foundation

L’obiettivo è quello di dare vita a soluzioni concrete, praticabili e che siano effettivamente utili per l’intera popolazione mondiale. Di tutto questo si parlerà a Seeds&Chips in programma dall'8 all'11 maggio 2017

Nasce l'accordo tra Seeds&Chips e EAT Foundation (© )

MILANO - L’unione fa la forza, si sa. Soprattutto quando in ballo ci sono temi scottanti come la salute e l’alimentazione e soprattutto di fronte a una popolazione mondiale in costante crescita che entro il 2050 si stima toccherà quota 9 miliardi. Sostenibilità e regimi nutrizionali sani sono tra i traguardi e gli obiettivi più importanti di questo secolo. E le organizzazioni lo sanno bene. E per questo si stringono la mano, come hanno appena fatto Seeds&Chips e EAT Foundation.

Seeds&Chips e EAT Foundation insieme
Da una parte l’evento di riferimento a livello mondiale nel campo della Food Innovation dove soluzioni tecnologiche e talenti si mettono in mostra per proporre innovazione (Seeds&Chips), dall’altra una piattaforma globale multi-stakeholder che raggruppa leader provenienti dalla comunità scientifica, mondo delle imprese, dalla politica e dalla società civile, creata allo scopo di costruire una strada per un futuro sano e sostenibile per tutti (EAT Foundation). L’obiettivo è quello di dare vita a soluzioni concrete, praticabili e che siano effettivamente utili per l’intera popolazione mondiale. «Oggi nuove politiche di sviluppo e ricerche scientifiche in sé non appaiono più sufficienti ad affrontare le sfide legate al cibo, a partire dalla malnutrizione e alle malattie connesse all’alimentazione fino al cambiamento climatico ed ai danni alla biodiversità - ha detto la Dott.ssa Gunhild A. Stordalen, Fondatrice e Presidente di EAT -. C’è bisogno di soluzioni concrete che diano beneficio sia alle persone che al Pianeta».

Il network della Food Innovation
Come spesso si dice quando si fa innovazione e startup, il network rappresenta un pilastro fondamentale nello sviluppo dei progetti. Spesso sono molto più importanti le sinergie che si costruiscono mano a mano che il progetto prende forma che ore e ore di lavoro dietro il pc. E Seeds&Chips, in questo senso rappresenta un bacino inestimabile, un pozzo di conoscenza da cui attingere e farsi contaminare. Il Summit, infatti, agisce da piattaforma dove istituzioni, organismi internazionali, imprese e startup fanno confluire idee e progetti e discutono di temi quali l’uso più efficiente delle risorse, la riduzione degli sprechi e lo sviluppo sostenibile. «La partnership con EAT segue la nostra strategia di lavorare congiuntamente alle aziende, alle organizzazioni e alle istituzioni che supportano e credono nell’innovazione dell’industria alimentare. - dichiara Marco Gualtieri, Fondatore e CEO di Seeds&Chips - Siamo felici di avere con noi sia il Presidente Barack H. Obama che Gunhild A. Stordalen tra i nostri speaker di punta al Summit di quest’anno».

Generazioni sempre più attente al cibo
Del resto i trend parlano chiaro: il cibo spazzatura, i fast food hanno i giorni contati e, di fatto, stanno anche loro volgendo la rotta verso alimenti più sani e nutrienti (nei limiti di quello che rappresenta il loro core business). Le nuove generazioni sono, infatti, molto più attente alla salute di quanto non lo fossero quelle precedenti. I Millenials rappresentano un pubblico sempre più attento alla qualità, alla salute, alla sostenibilità e alla novità: rispetto alle generazioni precedenti, i nativi digitali spendono di più in cibo – la spesa annua negli USA è di 1,4 trilioni di dollari – ma sono anche più informati su ciò che mangiano. Una generazione molto esigente e consapevole, che rivolge grande attenzione alla qualità del prodotto e alle proprietà benefiche e nutrizionali degli alimenti, l’80% vuole infatti sapere di più sulla provenienza e la tracciabilità del cibo che consuma. Tra i food trend: l’alto gradimento di alimenti organici, biologici e a Km zero, l’attenzione per la sostenibilità ma anche la richiesta di un’offerta più ampia di prodotti. Di questo e molto altro ancora si parlerà alla III edizione di Seeds&Chips in programma dal’8 all’11 maggio 2017.