29 aprile 2017
Aggiornato 05:30
impresa

Growth Hacking: fai crescere la tua impresa online, il libro

La storia di Luca Barboni che, insieme a Federico Simonetti ha scritto il primo libro in italiano tutto dedicato al growth hacking che affronta in maniera semplice e alla portata di tutti, marketers e non, concetti importanti del modo di fare impresa

Growth Hacking: fai crescere la tua impresa online (© Diario Innovazione)

ROMA - Luca è un ragazzo come tanti. Con una laurea triennale in Psicologia della Comunicazione nelle tasche si ritrova un giorno, a causa di un cavillo burocratico, a non potersi iscrivere alla magistrale. «Sai, alle volte le cose accadono un po’ per caso e segnano definitivamente la tua vita - mi racconta Luca Barboni, autore del primo libro in italiano sul growth hacking «Growth Hacking: fai crescere la tua impresa online», che poi è il motivo per cui vi sto parlando di lui -. In fondo io i computer li conoscono da quando sono piccolo, anche se non sono mai stato un patito di business».

Una scintilla per caso
I computer Luca li «conosce» da quando ha quattro anni, per via del lavoro del padre. Di fronte all’impossibilità di iscriversi alla magistrale decide quindi di intraprendere un corso di Social Media Marketing. Ne parlano tutti, sembra essere una competenza sulla cresta dell’onda. «Durante le lezioni ho capito che mi era scattata una molla - mi dice Luca -. Non ero esattamente quello che si definisce l’ultimo della classe. Ero portato». Al termine del corso Luca diventa, così, Social Media Manager freelance e lavora, come consulente, per diverse realtà.

Il colloquio con Atooma
Un bel giorno il colloquio che segnerà l’inizio della sua ascesa, con la startup romana Atooma che all’epoca aveva già ricevuto moltissimi riconoscimenti. La startup ha creato un’app che permette di automatizzare alcune operazioni dello smartphone, combinando insieme tutta una serie di operazioni. E il team vuole che luca diventi il loro Community e Content Manger. Luca accetta ed è in questi due anni che scopre il growth hacking una disciplina agli albori in Italia. «Anche qui è stato un caso - mi dice Luca -. Una collega mi aveva segnalato questo libro sul growth hacking da leggere per prendere spunto e aumentare il business. Quando ho cominciato a studiare mi sono reso conto che tornava tutto. Che tutto aveva così perfettamente senso e che, peraltro, venivano ripresi anche dei concetti di psicologia sociale che avevo studiato anni addietro. Devo ammetterlo, il growth hacking mi ha risolto moltissimi problemi, anche nella mia giornata, eliminando completamente il caos tipico di buona parte degli startupper che rimangono a lavorare fino alle 3 di mattina».

Il primo talk di growth hacking
Per lui una rivoluzione che si è poi rivelata tale anche per la startup che Luca ha comunque deciso di lasciare per dedicarsi completamente a questa disciplina. Un mix tra marketing creativo e analisi dei dati in grado di far crescere rapidamente gli utenti e misurare il ritorno sull’investimento di ogni attività di marketing. «Nel 2015 ho tenuto il primo talk a Luiss Enlabs dove parlavo di growth hacking». Non è stato il primo in Italia, ammette Luca, ma possiamo dire con quasi assoluta certezza che sia stato il secondo. Da lì la strada è tutta in discesa, tanto che dopo poco Luca organizza insieme all’Unione Europea un evento sul tema, rivolto alle aziende e svoltosi ad Amsterdam alla presenza di personaggi illustri e imprenditori. Ma questi sono solo due esempi dei tanti corsi che Luca ha tenuto negli ultimi anni. Tra le collaborazioni più importanti quelle con ENEL e Mercedes per cui Luca ha fatto formazione sulla metodologia del growth hacking e oltre 50 progetti e startup all’interno di cui ha svolto attività di mentoring con diversi ruoli (se volete avere informazioni più dettagliate Luca ha anche un chatbot di se stesso). In più una raccolta di risorse gratuite che Luca ha creato per quando gli chiedono consigli utili.

«Growth Hacking: fai crescere la tua impresa online»
E ora il libro «Growth Hacking: fai crescere la tua impresa online» scritto insieme a Federico Simonetti ed edito da Flaccovio Editore. Si tratta del primo libro in italiano tutto dedicato al growth hacking che affronta in maniera semplice e alla portata di tutti, marketers e non, concetti importanti del modo di fare impresa e soprattutto di come farla crescere in modo esponenziale e in poco tempo così come viene inteso nella Silicon Valley. All’interno del libro, sono contenute inoltre le testimonianze di Raffaele Gaito​, Federico Pacilli​, Bernardo Mannelli​, Matteo Pogliani​, Claudio Marchetti ​ed esempi presi da grande aziende come Facebook​, Hotmail​, Twitter​, Linkedin​, ma anche Together Price​ e Moovenda​. «Non è un libro per tecnici, ma per qualsiasi imprenditore voglia cresce il proprio business o abbia un progetto bloccato o stagnante».

Tutta questa storia Luca riesce a raccontarmela in 4 minuti precisi (ho guardato la durata della telefonata). E allora capisco che il growth hacking ha migliorato di molto la sua vita, anche a livello di organizzazione, velocità e ottimizzazione. «Quello che mi piace dire è che io sono il miglior esempio di growth hacking. Ero uno studente in un’Italia un po’ abbandonata a se stessa. Oggi, invece, sono cresciuto e faccio un bellissimo lavoro».

La presentazione
Il libro sarà presentato sabato 22 aprile ​a Roma ​all’interno dell’evento Digitalklive, ​una giornata dedicata al mondo del digital marketing ​presso la sede di Impact Hub Roma, lo spazio coworking ubicato in Viale dello Scalo S. Lorenzo, 67, 00185, Roma. Qui per partecipare all'evento.