26 aprile 2017
Aggiornato 23:00
4 progetti

A Natale regalati una startup, con il crowdfunding

L'equity crowdfundig permette di acquistare un vero e proprio titolo di partecipazione all’interno di una società. Ecco quattro progetti

TORINO - Dallo chef a domicilio alla piattaforma per gli affitti residenziali. Dalla piattaforma per le informazioni per i viaggiatori al progetto per il ripristino del manto boschivo della Macchia Mediterranea. Facendo zapping tra le piattaforme di crowdfundig italiane sono molti i progetti, digitali o meno, che valgono la pena di essere sostenuti. Un cambiamento radicale quello che sta avvenendo anche nel settore dei nuovi finanziamenti in equity che permettono di acquistare un vero e proprio titolo di partecipazione all’interno di una società. Una buona idea anche per fare e farsi un regalo diverso, proprio ora, a pochi giorni dal Natale. Noi ne abbiamo selezionate alcune in scadenza. Eccole

Il bosco del terzo millennio
Siamo in Sicilia in una delle sugherete più antiche ed estese della parte centro meridionale della regione. Un bosco che giace in condizione di relitto ed agonizza tra i rifiuti nell’indifferenza istituzionale, davanti al dilagare di pratiche che ne minacciano la scomparsa. Tuttavia questo bosco, ancorchè smembrato in tanti tronconi, rappresenta una importantissima emergenza naturalistica in quanto ancora oggi, ospita fino a 100 specie di uccelli, istrici, volpi, conigli, martore, e vari tipi di rettili tra cui la testuggine di terra (Testudo Hermanni) e garantisce una biodiversità botanica di oltre 300 specie.  Attraverso l’associazione il Ramarro il progetto intende ripristinare l’antico manto boschivo della Macchia Mediterranea con l’impianto prevalente di Querce da sughero, Lecci, Carrubi e Roverelle e il progressivo diradamento di pini ed eucaliptus (in quanto piante estranee a quell’habitat). Il progetto è su Eppela: il goal è già stato superato, ma resta comunque un progetto dalla nobile causa.

Gromia
Gromia è una piattaforma che si occupa di affitti residenziali. L'obiettivo è quello di massimizzare l’occupancy rate e di fornire gli strumenti al proprietario per gestire nel modo più facile e intuitivo le sue proprietà durante il periodo d'affitto. Il servizio è rivolto ai proprietari di casa che vogliono affittare il loro immobile con un orizzonde medio (1 anno) o lungo (4 anni) mantenendo la flessibilità di poterne disporre un orizzonte temporale di medio periodo. Gromia si occupa di tutto ed è stata concepita per essere un asset management platform gestita direttamente dal proprietario. E’ in crowdfunding sulla piattaforma Mamacrowd con un goal di 80mila euro: ne sono stati raccolti 12.100.

MyCheffy
MyCheffy è una piattaforma online che consente ai clienti di ricevere un servizio all-inclusive di Personal Chef, direttamente a casa. MyCheffy offre ai clienti l’opportunità di sperimentare un servizio di alto livello e un’esperienza culinaria curata nei minimi dettagli, dalla selezione dei migliori ingredienti (evitando lo spreco) alla preparazione minuziosa dei piatti nella cucina del cliente. I menù sono ideati dallo Chef Luigi Cassago (socio di MyCheffy e chef di lunga esperienza nel campo della ristorazione). Chef Cassago si occuperà anche della formazione dei sous Chef che si recano dal cliente: sia per quanto riguarda la fase di preparazione dei menù che dovranno avere nel tempo, sia per quanto riguarda l’immagine ed il tono che gli Chef dovranno mantenere al momento del servizio. La startup è in crowdfunding su Crowdfundme con un goal di 60mila euro: per ora ne sono stati investiti 9mila.

Indigènio
Indigenio è una piattaforma per viaggiatori che permette ad essi - attraverso le competenze di coloro che vivono nel luogo di destinazione - di avere informazioni dettagliate e di prima mano sul luogo in cui andranno in vacanza. L’esigenza nasce dal fatto che molto spesso, quando si organizzano viaggi fai-da-te, le informazioni che si trovano sul web sono troppe e spesso contraddittorie, di bassa qualità o poco affidabili. Indigènio cerca di fare proprio questo: fornire delle informazioni corrette direttamente attraverso chi vive nel luogo di destinazione. Le conoscenze di chi vive direttamente una destinazione non sono pareggiabili da nessuna ricerca online né da nessun tour operator che propone pacchetti per destinazioni che magari non ha mai visitato direttamente. Il progetto è in crowdfunding su EquityStartup con un goal di 60mila euro. Per ora ne sono stati raccolti oltre 16mila.