29 aprile 2017
Aggiornato 05:30
altroché brexit

Facebook apre nuova sede a Londra e assume 500 ingegneri

Facebook ha annunciato che dal 2017 aprirà una nuova sede a Londra con la creazione di 500 posti di lavoro. Dopo Google anche il social network conferma di credere ancora nella City nonostante la Brexit

Facebook apre nuova sede a Londra e assume 500 ingegneri (© )

LONDRA - Dopo l’annuncio di Google di voler ampliare il polo tecnologico già in costruzione a King Cross, cuore tecnologico di Londra, ecco che anche Facebook si fa strada nella City e annuncia che a partire dal 2017 comincerà la sua espansione nel Regno Unito, inaugurando un nuovo quartier generale a Fitzrovia. Altro che Brexit: la City si conferma la capitale tecnologica d’Europa, anche grazie ai Big del digitale che dimostrano di non voler dare retta a chi, come le banche, si sta preparando a fare le valige.

Oltre 500 nuovi posti di lavoro
Con l’apertura di un nuovo polo, i dipendenti di Facebook nel Regno Unito aumenteranno così del 50%, con la creazione di 500 nuovi posti di lavoro, nonostante le incertezze legate, appunto, alla Brexit. L'annuncio è stato fatto in occasione della conferenza annuale dei sindacati britannici Cbi e rappresenta un'ulteriore buona notizia per il Regno Unito. «Il Regno Unito è uno dei migliori luoghi per un'azienda tecnologica e una parte importante della storia di Facebook - ha spiegato Nicola Mendelsohn, vice presidente di Facebook per l'Europa -. Siamo venuti a Londra nel 2007 con un pugno di collaboratori e alla fine dell'anno prossimo apriremo una nuova sede e prevediamo di impiegare complessivamente 1.500 persone».

Posizioni per ingegneri qualificati
Il gruppo ha precisato che la maggior parte dei nuovi posti di lavoro riguarderanno ingegneri altamente qualificati. E' nel Regno Unito che il social network di Mark Zuckerberg ha sviluppato la rete sociale per le aziende Workplace lanciata a ottobre. Ed è nel Somerset, sud-ovest del paese, che Facebook sviluppa e costruisce aerei senza pilota che funzionano a energia solare e permettono alle regioni isolate nel mondo di connettersi a internet.

Il sindaco di Londra, Sadiq Khan, si è rallegrato di fronte a questo annuncio, vedendoci il segno che la capitale britannica resta un punto d'attrazione per le aziende tecnologiche.