29 aprile 2017
Aggiornato 15:00
marketing

Startup di successo, 5 consigli sulla pubblicità

Per craere una startup di successo dove puntare (anche) sulla pubblciità. Ecco alcuni consigli per attirare l'attenzione dei vostri potenziali e futuri clienti

Startup di successo, 5 consigli sulla pubblciità (© Adobe Stock)

ROMA - Per avere successo con la propria startup non è sufficiente creare un prodotto che sia semplicemente appetibile e risponda a un’esigenza tangibile dei consumatori. Se pensate che il vostro prototipo sia una figata e non avete bisogno di pubblicità, vi sbagliate di grosso. Ecco alcuni consigli pratici da tenere in considerazione per creare una startup di successo.

Se non fate pubblicità non vendete
Probabilmente vi sentite imbattibili perché il vostro prodotto è la cosa migliore che sia mai stata inventata da qualcuno. Possibile. Però dovete venderlo e per venderlo dovete fare pubblicità, specie su Internet, a oggi il principale canale di comunicazione e vendita. E non dimenticate neppure le agenzie di comunicazione, piuttosto che i magazine che si occupano del vostro settore: avrete la sicurezza di interagire con persone realmente interessate a quello che state facendo.

Studiate i competitor
Non si tratta di copiare e incollare quello che fanno i vostri avversari, ma semplicemente studiare i punti di forza e i punti deboli, in modo tale da agire su questi e proporre quindi un servizio migliore.

(© Credits photo courtesy of Adobe Stock)

Fatevi conoscere
Non è necessario aver già ultimato il prototipo per creare hype intorno alla vostra startup. Cominciate da subito a farvi conoscere. Studiate una strategia per creare l’aspettativa e iniziare a ricercare un target che sia identificativo. Ricordate che non state solo vendendo un prodotto, ma state creando un brand.

Non rivolgetevi solo a Facebook e Google Adwords
Facebook e Google offrono soluzioni spesso molto vantaggiose per promuovere il vostro business ma dovete riuscire ad attirare nuovi clienti anche senza ricorrere solo alle pubblicità a pagamento. Se non farete così, sarà difficile affrontare chi dispone di un budget maggiore del vostro. E’ importante, inoltre, ottimizzare il sito secondo le regole SEO che potranno garantirvi un traffico costante. Il posizionamento organico, infatti, è più efficace rispetto a quello ottenuto con i servizi a pagamento. Il 90% degli utenti cliccano sui risultati organici invece che sulle pubblicità.

Usate il content marketing
Con il content Marketing potrete generare traffico mirato e di qualità verso il vostro sito, riducendo gli investimenti su Google AdWords e Facebook Ads. Ogni giorno su Google vengono effettuate 5,9 miliardi di ricerche, perché allora non iniziare a creare contenuti interessanti? Si tratta, per la precisione, di sviluppare una strategia che prevede la creazione e la condivisione di contenuti rilevanti e di qualità al fine di attrarre, coinvolgere, acquisire e fidelizzare la propria target audience, attuale e potenziale. Parola d’ordine: qualità.