30 maggio 2017
Aggiornato 00:30
innovazione

TrackingDoc, la startup che aiuta i business developer a essere più efficienti

Con TrackingDoc i business developer possono tracciare il comportamento dei loro clienti conoscnedo il reale interesse mostrato nei confronti della loro proposta commerciale. Aumenta l'efficienza e si rispermia tempo

Il team di TrackingDoc (© Credits photo courtesy of TrackingDoc)

MILANO - Se fate i business developer lo sapete bene: il tempo speso a richiamare i clienti per sapere se hanno visionato le vostre proposte commerciali è infinito e le possibilità che vi ascoltino e abbiano davvero in mente ciò di cui state parlando si riducono all’osso. E, così, molto spesso, finite per perdere energie e tempo prezioso. Il 50% delle proposte commerciali, infatti, non ottiene risposta e, conseguentemente, è molto difficile che vada in porto. E’ stata proprio questa esigenza a spingere Maxime a inventarsi una soluzione che potesse ottimizzare il tempo e le risorse dei business developer (e non solo).

Più efficienza per i business developer
«C’era una cosa che non mi piaceva del mio lavoro - ci racconta Maxime, business developer e ora CMO & Co-founder di TrackingDoc insieme al suo socio Baptiste, CEO di TrackingDoc -. Richiamare all’infinito i miei clienti che spesso non si ricordavano neppure chi fossi. Delle volte erano all’estero, impegnati ed ero nuovamente costretto a richiamarli una seconda e una terza volta. Un’esagerazione, per me». E così Maxime, francese, incontra a Milano Baptiste, anche lui francese, gli propone la sua brillante idea e, insieme, realizzano una piattaforma che semplifica (senza dubbio) la vita di tutti i business developer: TrackingDoc.

Cos’è TrackingDoc
TrackingDoc è una sorta di spazio digitale condiviso dove risiedono i file che costituiscono la proposta commerciale del business developer per i propri clienti. I file, in questo modo, non sono più inviati tramite un allegato alla casella di posta elettronica del cliente, ma tramite un link di condivisione,anche da Gmail o da Google Crome, per i quali è disponibile un plugin specifico. La mail inviata al cliente esiste, ma questa include un link all’interno. La vera innovazione di TrackingDoc, tuttavia, sta nella tracciabilità del comportamento del cliente. Quando questo legge la mail ricevuta dalla piattaforma, al business developer viene mandata una notifica in tempo reale. Il business developer, inoltre, può sapere il tempo di lettura dedicato alla sua proposta, il numero di connessione e percentuale del documento letta e l’interesse globale. Riceve, inoltre anche tutta una serie di consigli commerciali su come comportarsi nei confronti del proprio cliente: «In questo modo il business developer può essere al corrente di chi effettivamente è interessato alla sua proposta commerciale - continua Maxime -. Può decidere di richiamarlo subito, prima che si dimentichi».

(© Credits photo courtesy of TrackingDoc)

Spazio interattivo e brandizzato
Il servizio di TrackingDoc, inoltre, è davvero molto interessante per il business developer: può avere uno spazio interattivo, brandizzato, dove è possibile chattare e migliora il coinvolgimento e l’esperienza del cliente potenziale. Lo spazio di condivisione è, infatti, provvisto del logo della sua azienda, i documenti sono interattivi e lo spazio può supportare sia video che presentazioni che siti web in qualsiasi formato si desideri. E’ possibile chattare direttamente con il proprio cliente senza che ci sia nessun pericolo di diffusione delle informazioni. «Offriamo un spazio di collaborazione sicuro e interattivo - aggiunge Maxime -. Se abbiamo scelto di ricuperare gli analytics sul comportamento di lettura del cliente non è cattiveria, risponde anche ad una volonta di miglioramento continuo del esperienza del clinete finale. Conoscendo meglio il suo interesse il commerciale sarà più preparato per offrigli del valore».

I dati sono sicuri e protetti
TrackingDoc può essere usato anche dalle startup qualora volessero valutare l’interesse effettivo degli investitori a cui propongono i loro progetti e mantenendo un certo controllo su questo documento ad alto valore strategico. Mandare un Pitch Deck, tuttavia, non risulta essere una delle pratiche più sicure. Ciò nonostante TrackingDoc permette di mantenere il controllo su ciò che è stato mandato. Gli hosting dei dati sono fatti sui data center europei di Microsoft Azure che risponde alle norme più alte e l’accesso al documento può essere protetto da una password. «La vera innovazione sta proprio qui - ci conferma Maxime -. Sta nella tracciabulità dei comportamenti del destinatario, senza che questo si senta violato nella propria privacy poiché a risultare sono soltanto il tempo di lettura e l’effettivo interesse che può esistere nei confronti di ciò che esso ha ricevuto e sta leggendo. TrackingDoc, inoltre, aumenta notevolmente il piacere di fare il business developer: accresce l’efficienza e rende possibile fare una scrematura alla fonte di chi è realmente interessato o meno alle proposte commerciali. In questo modo non si è pesanti e, soprattutto, è possibile contrattare meglio con i propri interlocutori». Insomma, una vera innovazione. Cosa aspettate a provarlo? Maxime e il suo team hanno bisogno anche del vostro parere.