29 aprile 2017
Aggiornato 15:00
innovazione sociale

Unicef «regala» 9 milioni di dollari alle startup che aiutano i bambini

L'accesso alle informazioni, reso possibile dalla rete, è un diritto umano e migliora la vita delle persone che vivono nei paesi in via di sviluppo. Le imprese che vogliono ottenere il finanziamento devo «presentarsi» entro il 26 febbraio 2016

ROMA - Un ammontare di 9 milioni di dollari per finanziare 60 startup che possano dare una mano «digitale» - e non solo - ai bambini dei paesi sottosviluppati. E’ quello che ha deciso di fare Unicef, l’agenzia delle nazioni Unite per i bambini, attraverso un fondo aperto da poco, l’«Innovation Fund». Attraverso questo fondo l’Unicef si pone l’obiettivo di investire in 50-60 imprese emergenti, finanziandole a fondo perduto, in modo tale che ciascuna delle imprese abbia a disposizione 50mila dollari per creare delle tecnologie «open source» che migliorino le condizioni di vita dei bambini nei paesi emergenti.

Cosa chiede Unicef
Le startup che potranno ottenere il finanziamento devono partire da un progetto open source, al fine di aumentare la capacità dei bambini di accedere alle informazioni e aumentare le possibilità di scelta. Nella fattispecie le aziende devono creare prodotti che aiutino i giovani fino a 25 anni a studiare e partecipare alla vita cosiddetta «digitale»; servizi informativi in tempo reale per facilitare la connessione tra gli utenti ed eliminare le disparità rispetto ai paesi sviluppati; infrastrutture che potenzino la connettività, l’economia e i trasporti. L’accesso alle informazioni - come si legge sul sito unicefinnovationfund.org - è un diritto umano e migliora la vita. L’innovazione, in questo senso, rappresenta una grande promessa per affrontare le sfide attuali che influiscono negativamente sui bambini.

Requisiti delle imprese
Fondamentale per essere scelti da Unicef è la solidità del team, la rilevanza e l’impatto che il progetto può avere in concreto nella vita dei bambini dei paesi sottosviluppati e il suo valore futuro. Le startup che vogliono ricevere il finanziamento dell’Unicef devono esprimere il loro interesse entro il 26 febbraio 2016, attraverso il sito. I team saranno supportati dall’agenzia delle Nazioni Unite per 12-18 mesi. Tra i finanziatori del fondo ci sono, tra gli altri, anche la Walt Disney Company e la Page Family Foundation. «Lo scopo del Fondo per l'innovazione di Unicef è di investire in tecnologie open source per i bambini - ha detto Christopher Fabian, capofila dell'Unicef Innovation Fund - Verificheremo le opportunità provenienti da paesi di tutto il mondo, tra cui alcuni che non possono accedere a investimenti di capitale in startup tecnologiche. Speriamo di aiutare gli startupper a sviluppare soluzioni semplici ad alcuni dei più urgenti problemi che affliggono i bambini».