28 febbraio 2017
Aggiornato 15:00
Occhio allo spot

CherryTrees, la donazione passa dalla pubblicità

Guadando lo spot pubblicitario nella sua interezza l'utente potrà donare il costo della visualizzazione alla fondazione o associazione relativa.

TORINO - E chi l’ha detto che gli spot pubblicitari sono inutili e fanno solo perdere tempo. Cherry Trees è una piattaforma che ti permette di donare il costo della visualizzazione dello spot pubblicitario a chi ne ha più bisogno, ovviamente attraverso una fondazione o associazione relativa. L’idea è di Alberto Filippini, di Talent Garden Torino, il servizio di coworking che sta riscuotendo enorme successo nella città sabauda e non solo. «Il video advertising è un settore in estrema crescita - ci racconta Alberto -. Abbiamo deciso di sfruttarlo per portare un aiuto a chi realmente ne ha bisogno, a chi già sta facendo qualcosa nell’ambito charity in modo che possa reperire risorse attraverso un metodo più innovativo».

Cherry Trees partecipa a Edison Pulse, concorso dedicato alle startup in ambito IoT, Low Carbon City e Sharing Economy. Edison Pulse è nato nel 2013 per supportare l’innovazione nel Paese attraverso la crescita dei migliori talenti e startup in settori come l’energia, le smart cities e lo sviluppo sociale. Per l’edizione 2016 Edison mette in palio un montepremi complessivo di 195mila euro (65mila euro per ogni categoria), una settimana di incubazione, spazi di lavoro per un mese e una campagna di comunicazione dedicata sui media.