23 gennaio 2017
Aggiornato 19:30
ricerca e spin-off

Giovanni Perrone è il nuovo presidente di PNICube

Oggi PNICube conta 41 associati tra Università e incubatori accademici e 18 StartCup attive. Ha lo scopo di stimolare la nascita e accompagnare al mercato nuove imprese ad alto contenuto tecnologico

Giovanni Perrone (© )

TORINO - Sarà il professor Giovanni Perrone dell’Università di Palermo a guidare per il triennio 2017-2019 l’Associazione Italiana degli Incubatori Universitari PNICube, succedendo a Marco Cantamessa professore del Politecnico di Torino e Presidente dell’incubatore I3P.

Giovanni Perrone è il nuovo presidente di PNICube
Giovanni Perrone, classe 1967, è ordinario di Ingegneria Economico-Gestionale presso il Dipartimento di Innovazione Industriale e Digitale dell'Università degli Studi di Palermo, e ha ricoperto nel mandato precedente la carica di Segretario Generale dell’Associazione, ora affidata alla prof.ssa Laura Ramaciotti dell’Università degli Studi di Ferrara.

«Assumo con grande orgoglio e motivazione la guida di PNICube nella consapevolezza di poter continuare a contribuire allo sviluppo dell'ecosistema nazionale delle startup, attraverso un attore che dal 2004 opera assiduamente per la creazione di realtà imprenditoriali innovative che incorporano il meglio della ricerca prodotta dalle Università italiane – ha dichiarato il neo presidente Giovanni Perrone – Ringrazio il mio predecessore e amico Marco Cantamessa per la sua instancabile e illuminata guida negli ultimi 3 anni, certo di poter contare ancora sul suo supporto».

Dagli spin-off realtà ad altissimo potenziale
Un mandato importante quello svolto da Marco Cantamessa in questi anni, rivolto alla ricerca e valorizzazione di tutte quelle realtà che nascono all’intero delle Università e dei Centri di Ricerca, che molto spesso rimangono nell’ombra a livello mediatico e non vengono erroneamente considerate allo stesso modo delle altre srtartup digitali che effettuano percorsi di accelerazione. Per la maggior parte spin-off che, tuttavia, molto spesso pongono delle soluzioni innovative di grandissimo valore. Oggi PNICube conta 41 associati tra Università e incubatori accademici e 18 StartCup attive. Da anni l’Associazione promuove l’Italian Master Startup Award, che premia la giovane impresa hi-tech con il maggior successo di mercato, e il Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI), una «Coppa Campioni» tra i progetti d’impresa innovativi vincitori delle StartCup regionali.  «Termino il mio mandato di Presidenza lieto di aver avuto la possibilità di dare un contributo a quella straordinaria miniera di competenze e di potenziale innovativo che si trova nei laboratori e negli atenei delle diverse regioni italiane – ha commentato Marco Cantamessa, presidente uscente di PNICube – Continuerò ad operare in questo ambito, tra l’altro rimanendo membro del Consiglio Direttivo e supportandone il nuovo Presidente».