21 febbraio 2017
Aggiornato 15:00
investimenti

HousingAnywhere cresce, 5 milioni alla startup degli alloggi per studenti all'estero

Real Web e l'olandese henQ investono 5 mln di euro nella startup

ROMA - HousingAnywhere, piattaforma internazionale per la ricerca e la prenotazione di alloggi dedicata agli studenti in soggiorno all'estero, ha ottenuto un finanziamento da 5 milioni di euro da parte di Real Web - società proprietaria del portale Immobiliare.it, - e di henQ, Venture Capital olandese. La startup, con sede a Rotterdam, offre agli studenti internazionali diversi tipi di alloggi in tutto il mondo: dai monolocali alle stanze in abitazioni condivise fino ad interi appartamenti. Al momento, l'Italia è il secondo Paese per volume di traffico sul sito.

HousingAnywhere.com riceve 5 milioni di euro di investimento
La quota maggiore dell'investimento proviene da Real Web, la società proprietaria di Immobiliare.it, il resto da henQ, la Venture Capital olandese che in precedenza aveva già condotto un giro di finanziamento d'avvio per HousingAnywhere.com, riuscendo a raccogliere la somma di 1 milione di euro. «Con questo nuovo investimento possiamo dar seguito alla rapida crescita della nostra piattaforma - afferma Niels Van Deuren, Ceo e founder di HousingAnywhere.com. - Per noi è importante che Real Web abbia deciso di investire nell'azienda: abbiamo molto da imparare dalla loro grande esperienza nell'immobiliare online. Il fatto che anche henQ abbia deciso di investire nuovamente in HousingAnywhere.com indica un alto grado di fiducia nella nostra piattaforma».

Da un’esperienza a Singapore
HousingAnywhere.com è nata nel 2009, quando il Ceo e fondatore Niels Van Deuren preparandosi a un soggiorno-studio a Singapore, nell'ambito del suo percorso universitario, si rese conto che trovare alloggio in una città dove non conosceva nessuno era un'impresa non semplice. «Molti proprietari di casa vogliono ricevere il pagamento del canone in anticipo per essere sicuri che l'affittuario si presenti nella data stabilita - ricorda Van Deuren - ma per uno studente è rischioso trasferire soldi prima di aver visto l'alloggio». Da qui l'idea di Van Deuren di fondare HousingAnywhere.com: proprietari di casa e società immobiliari possono offrire, in modo gratuito, appartamenti e stanze sulla piattaforma; tutte le transazioni avvengono in maniera sicura tramite il portale e il primo mese di affitto viene trasferito solamente dopo che lo studente ha visto il nuovo alloggio.

Come funziona la piattaforma
Anche studenti che stanno per trasferirsi possono affittare la propria stanza o appartamento su HousingAnywhere.com, in modo da evitare di pagare un doppio canone durante il periodo all'estero. La piattaforma è a servizio di un network di più di 130 università partner che suggeriscono l'utilizzo del sito ai propri studenti e il suo catalogo conta più di 450.000 proprietà in 50 Paesi diversi, di cui 100.000 attualmente libere. Il nuovo investimento permetterà alla piattaforma di espandersi in altri Paesi e città degli Usa e dell'Europa Occidentale, dove il popolare programma di scambio Erasmus+, promosso dall'Unione Europea, mobilita circa 270.000 studenti stranieri all'anno. HousingAnywhere.com prevede di raggiungere 60 Paesi entro il 2017 e altri 100 nel 2018. Ogni settimana vengono aggiunte circa 1.000 nuove proprietà.