19 gennaio 2017
Aggiornato 22:00
creazioni

L'Albero della Vita di Expo in versione Lego

Il prototipo è stato approvato dall'azienda, ma ha bisogno di 10mila like per essere realizzato e lanciato sul mercato

Il prototipo in Lego (© Lego)

MILANO - Tutti noi ci ricorderemmo il famoso Albero della Vita che troneggia ancora oggi, illuminato a vista, tra i padiglioni di Expo 2015. Tra chi è rimasto a bocca aperta e chi l’ha criticato come il critico d’arte Vittorio Sgarbi che l’aveva definito come una «brutta struttura» che faceva «orrore», l’opera d’arte diventata un po’ simbolo dell’Expo milanese, con i suoi 37 metri di acciaio e legno, ha attirato - durante la manifestazione - 14 milioni di visitatori con spettacoli di luce, acqua e musica. E proprio quell’icona oggi diventa di lego. A lanciare il prototipo dell’albero in versione Lego è stato Fabry Pastori, ex volontario dell’esposizione universale di Milano.

Un prototipo da 10mila like
L’azienda è rimasta piuttosto colpita ed ha approvato l’idea. Per realizzarla, e quindi trasformarla in un set di mattoncini da lanciare sul mercato, è, tuttavia, necessario che il progetto raggiunga i 10mila like sul sito dedicato alle idee da proporre a Lego. Una bella sfida, non particolarmente complessa laddove l’obiettivo deve essere raggiunto in 424 giorni, a partire dal 27 dicembre 2016. Per sostenere il progetto basta andare sul sito https://ideas.lego.com/projects/162159, registrarsi e cliccare su «Support».

(© Lego)

Un pezzo unico per tutto il mondo
Seppure terminato l'evento Expo 2015 nel 31 ottobre 2015, l'Albero della Vita rimane tuttora nella stessa collocazione a causa delle evidenti difficoltà logistiche e dei costi troppo elevati richiesti da un eventuale smontaggio e trasferimento in altro luogo. Nato da un'idea del direttore artistico del Padiglione Italia Marco Balich e progettato dallo studio Giòforma, è stato finanziato e realizzato dal Consorzio Orgoglio Brescia, costituito da 19 imprese bresciane.  L'opera rappresenta, al contempo, scultura, installazione, edificio e monumento, con chiari rimandi al Rinascimento Italiano e alla struttura pavimentale di piazza del Campidoglio a Roma creata da Michelangelo nel XVI secolo. E’ stato il simbolo del Padiglione Italia.  «Proprio perchè è stato il simbolo di Expo 2015 ho voluto realizzare un qualcosa che come il sottoscritto chiunque avrebbe voluto portarsi via come ricordo - ha detto Fabry Pastori -. Penso che essendo un pezzo unico dovrebbe essere un set Lego che chiunque nel mondo possa costruire».